Ossa – Effe Elle
Genre Italy, Rap

LYRIC
Ossa

Intro

Ah, hah
Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette
Ahahah

Strofa 1

Sento il freddo nelle ossa come mio nonno
Come quando fuori è buio e sta spuntando il giorno
Nelle ossa c'ho i ricordi di tutto, del bello e del brutto
Tutto nelle ossa
E se crepo morirà Alessio e pure Flebo
Tutto quanto sparirà, basta un po' di tempo
Tutto sarà stato vano, solo un grande inganno
Ma tutto rimarrà, rimarrà nelle ossa
Rivivo i drammi nel midollo, ansia letale
Un nodo che mi stringe il collo, grazia finale
Diciotto anni contro il mondo, rabbia liceale
Gabbia senza sbarre, mentale
Sentirsi alieni e vive' in mezzo a gente che odi
Volto mangiato se non mangi, dormi o ti droghi
Sentirsi a disagio e bene solo con pochi
Non ti basta più drogarti, non ti basta più che scopi
Flebo, solo con i miei mostri
Sono stato da solo in mille posti
Volo sopra i vostri tetti da Ba- da Baldo degli Ubaldi
Ragazzo bianco vola, vola in alto sopra gli altri [ah-ah
Ho tutto quanto dentro al cranio
Calcificato dentro al petto, la memoria di cemento
Tutto quanto nel torace, adesso smanio
Mentre fumo come al solito che scrivo sul divano
Mentre fumo come al solito che scrivo sul divano, ah

Strofa 2

Sento il freddo nelle ossa come mio nonno
Come quando fuori è buio e sta spuntando il giorno
Nelle ossa c'ho i ricordi di tutto, del bello e del brutto
Tutto nelle ossa
Segni sopra il corpo e dentro l'anima
Crudo perché un torto di troppo mi ha resto un altro
T'impegni ma va tutto storto, impari che si sanguina
Cambio, a volte scapoccio, divento un altro
Scrivo pe' i nati sbagliati
Con le ossa fatte in giro, sempre scazzati
Frate vieni a farti un tiro
Giriamo pe' isolati, ognuno col suo casino
Se-sempre in bar a tratti, ognuno col suo destino
Di fondo sembri cattivo perché vedi lo schifo
E non accetti più tipo ne-nessun tentativo
Quindi speri solo al bene di chi ti è vicino
Lasciando i buonismi agli altri come lo scontino
Lasciando i buonismi agli altri come lo scontino
Ahah

Strofa 3

Due, tre, ah
Sento freddo ormai da anni
Non riesco più ad addormentarmi
Se non fumo uno o due grammi
Sul notturno puoi beccarmi
Che non so più chi sono e non riesco ad alzarmi
Mentre scristo contro il mondo e non riesco a calmarmi
Tutto resta nello scheletro, ricordi impressi dentro al teschio
Fino nel feretro, fino a che resto
Ho freddo e ci divento, fumo da solo al vento
Mentre penso ai giorni andati e che non torna il tempo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *